Home - ''Il mio libro'' - Capitolo 5. UNIVERSITA’

Capitolo 5. UNIVERSITA’

Migliorata nell’aspetto (ma più di tanto non si può fare contro la natura avversa) e circondata da un congruo numero di fedeli amici, venni licenziata dal “prestigioso e antico istituto” con un bel 60/60 e con il caldo consiglio di iscrivermi all’Università.
Nel frattempo però gli obiettivi iniziali, rispetto al futuro nell’azienda di mio padre, avevano subito un drastico cambiamento. Ho il sospetto che nel giungere a quella decisione abbia forse giocato il fatto che dai 14 ai 19 anni avevo passato tutte le mie estati a lavorare nelle stalle dei maiali,oppure sui trattori a raccogliere presse di paglia sotto il sole di luglio e agosto. Credo che la decisione non fu immune neppure dalla considerazione che tutto quel lavoro non mi aveva fruttato nemmeno una lira.
L’ipotesi di iscrivermi all’Università e prolungare l’agonia di altri 4-5 anni prima di poter finalmente mantenermi grazie al mio lavoro non mi sfiorò nemmeno per un attimo! Meglio un talento sprecato che altre 5 estati tra i maiali!
Così mi misi a cercare lavoro.

powered by TeamDEV on JoshuaCMS