Home - ''Il mio libro'' - Capitolo 7. CARRIERA SEGNATA

Capitolo 7. CARRIERA SEGNATA

Quando ho iniziato ad occuparmi di vino nessuno in famiglia si è stupito.
Pare infatti che una certa predisposizione all’argomento fosse già evidente a partire da quando avevo sei anni.
A quell’età la casa dove abitavo aveva una stanza da pranzo (che noi chiamavamo "la cucina")
e un’altra stanza vicina molto piccola (chiamata "cucinino") dove c’era il lavandino.
Mia madre, lavando i piatti, forse animata dalle migliori intenzioni educative, mi chiedeva di portarle i bicchieri per aiutarla  .
Pare che fossi assolutamente entusiasta di farlo. Dopo qualche giorno, dato che l’entusiasmo
non scemava, mia madre cominciò ad avere legittimi sospetti sul perché tanta buona volontà albergasse nel mio piccolo cuore di bambina. Ma la speranza di aver generato una figlia piena di bontà e disponibilità fu immediatamente fugata. In realtà l’entusiasmo nasceva dal fatto che, prima di portarle i bicchieri a lavare, approfittavo dell’assenza degli adulti dalla cucina, per scolarli uno per uno dagli avanzi del vino!

powered by TeamDEV on JoshuaCMS